La regione Calabria sta per aprire due bandi di grande interesse per i professionisti, entrambi a scadenza all'esaurimento dei fondi messi a disposizione.

1- Bando finalizzato a promuovere l'adozione e l'utilizzazione di nuove tecnologie per favorire l'introduzione di innovazione nei processi produttivi e nell'erogazione di servizi.

Da segnalare che, tra le aree di innovazione vengono considerate quelle relative all'ambiente e rischi naturali e alle scienze della vita.

La piattaforma informatica del bando sarà aperta dal 20 gennaio 2017 e le domande potranno essere inviate dal 4 febbraio 2017.

Sono esclusi avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro.

 

Sono considerati investimenti ammissibili (e quindi finanziabili):

-    implementazione e diffusione di metodi di acquisto e vendita on line

-    Sviluppo di nuove funzioni avanzate nel rapporto clienti/fornitori

-    Sistemi di cooperazione imprese/professionisti

-    Sistemi di manifattura digitale

-    Riorganizzaizone e miglioramento dell'efficienza dei processi produttivi e di erogazione dei servizi

-    Sistemi di sicurezza informatica

-    Sistemi che favoriscano l'integrazione e lo sviluppo di altri processi strategici dell'attività

Sono considerate spese ammissibili (e quindi finanziabili):

-    acquisto di attrezzature, strumenti e software

-    Acquisto di servizi in modalità cloud computing

-    Acquisto di brevetti

-    Servizi di consulenza

-    Costi per l'ottenimento di fidejussioni e collaudi

 

Il finanziamento prevede la copertura fino al 70% delle spese ammissibili e un massimo di 100.000€ per progetti presentati da professionisti.

http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/portalmedia/bandi/2016-10/1.%20Avviso%20Pubblico_Azione%20352_ICT.pdf

 

 

2- Bando finalizzato a favorire i processi di rafforzamento e ristrutturazione aziendale, l'introduzione di innovazioni produttive, l'efficienza e il risparmio energetico, la qualificazione della capacità produttiva, l'incremento dei livelli occupazionali e la competitività sui mercati di riferimento.

Tra le aree di innovazione rientrano l'agroalimentare, l'ambiente e rischi naturali, le scienze della vita

Sono previsti contributi fino al 70% delle spese ammissibili per un massimo di 200.000€

 

Tra le spese ammissibili:

-    progettazioni ingegneristiche

-    Macchinari, impianti ed attrezzature

-    Opere murarie ed impiantistiche

-    Programmi informatici

-    Servizi reali che consentano la risoluzione di problematiche di tipo gestionale, organizzativo, commerciale, produttivo e finanziario

http://calabriaeuropa.regione.calabria.it/website/portalmedia/bandi/2016-10/1.%20Avviso%20Azione%20311%20Macchinari%20(11.10.2016).pdf

 

Novità relativamente al bando "Intraprendo"cdella regione Lombardia, cui possono partecipare anche i liberi professionisti.

L'apertura è stata prorogata fino a 30 giugno 2020 e la dotazione finanziaria è stata incrementata a 16 milioni di € (dai precedenti 15).

Per essere finanziate le attività devono essere state avviare da non più di 24 mesi. L'agevolazione viene concessa per il 90% attraverso un finanziamento a tasso 0 e per il 10% a fondo perduto. Il contributo coprirà un massimo del 60% delle spese ammissibili (65% per progetti presentati da under 35, over 50 o ad alto contenuto tecnologico), andando da un minimo di 25.000€ a un massimo di 65.000€.

Sono considerate ammissibili le spese relative a:

  1. nuovo personale contrattualizzato
  2. Acquisto beni strumentali
  3. Acquisto beni immateriali
  4. Licenze di software
  5. Servizi di consulenza
  6. Affitto dei locali
  7. Acquisto delle scorte
  8. Spese generali

QUI tutte le informazioni

 

Interessante bando della camera di commercio di Mantova per giovani aspiranti imprenditori agricoli.

Sono ammessi ai benefici del presente bando gli aspiranti imprenditori che, alla data di presentazione della domanda, abbiano un età compresa fra i 18 e i 34 anni, che siano alla prima esperienza imprenditoriale (a tal fine, allo stato attuale e/o in precedenza, non devono risultare titolari, amministratori o soci in altra società) e che si impegnino entro 60 giorni dalla data di concessione del contributo a costituirsi in impresa (ditta individuale e/o società). La neo-impresa dal momento della sua costituzione e fino all’erogazione del contributo, deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

- essere micro, piccola e media impresa, anche in forma di impresa cooperativa, che abbia sede legale e/o operativa in provincia di Mantova;

-    essere iscritta e attiva al Registro Imprese della Camera di Commercio di Mantova;

È quindi un bando diretto a imprenditori, ma è di interesse anche per i professionisti biologi perchè, tra le spese che possono essere finanziate, troviamo:

e) servizi di consulenza non riferiti all’ordinaria amministrazione

Quindi il giovane aspirante imprenditore agricolo che ottenga il finanziamento, puó coprire le spese di una consulenza eseguita da un biologo.

Le risorse complessivamente stanziate per l’iniziativa ammontano a 30.000,00 Euro. L’agevolazione disciplinata dal presente bando prevede l’assegnazione di un contributo massimo di € 3.000,00 concesso a fondo perduto a copertura del 60% del valore delle spese sostenute e ammissibili al netto di IVA. Potranno beneficiare dell’agevolazione i progetti di importo totale pari o superiore a € 1.000,00 IVA esclusa.

Il bando scade il 28 febbraio 2017.

L'Oréal Italia, con la collaborazione della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, ha istituito nell'ottobre 2002 il premio “L'Oréal Italia Per le Donne e la Scienza” per favorire il perfezionamento della formazione di giovani ricercatrici nel nostro Paese. Giunto alla sua quattordicesima edizione, il premio ha fino ad ora assegnato 70 borse di studio ad altrettante scienziate.

Il programma “L'Oréal Italia Per le Donne e la Scienza” prevede il conferimento di cinque borse di studio - che dal 2016 hanno il valore di 20.000 euro ciascuna - a ricercatrici d'età inferiore ai 35 anni, residenti in Italia e laureate in discipline nell'area delle Scienze della Vita e della Materia, ivi incluse Ingegneria, Matematica e Informatica.

La Giuria è presieduta dal Professor Umberto Veronesi ed è composta da:

- Enrico Alleva etologo, Direttore del reparto di Neuroscienze comportamentali all'Istituto Superiore di Sanità;

- Mauro Anselmino, Professore di Fisica Teorica dell'Università degli Studi di Torino;

- Mauro Ceruti, Professore Ordinario di Logica e Filosofia della Scienza presso l'Università IULM;

- Maria Benedetta Donati, Coordinatore Scientifico Laboratori di Ricerca dell'Università Cattolica di Campobasso;

- Marcella Motta, Professore di Fisiologia e membro effettivo dell'Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere;

- Federica Migliardo, Professore Associato, Dipartimento di Scienze Chimiche, Biologiche, Farmaceutiche e Ambientali, Università di Messina;

- Cristina Emanuel, Direttore Scientifico L'Oréal Italia.

E' possibile scaricare qui il bando per l'edizione 2016/2017, il regolamento completo e la domanda di ammissione.

Le candidature potranno essere inviate attraverso il sito http://forwomeninscience.com . Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre il 19 gennaio 2016, data a partire dal quale il sistema verrà chiuso. I nomi delle vincitrici verranno comunicati durante la cerimonia di premiazione ufficiale che si terrà a maggio 2017.

Nato nel 1998 su iniziativa di L’Oréal e UNESCO, “For Women in Science” è stato il primo premio internazionale dedicato alle donne che operano nel settore scientifico. Oggi si inserisce nell'ambito di un vasto programma incentrato sulla promozione della vocazione scientifica a livello internazionale e volto a riconoscere l’operato delle ricercatrici di tutto il mondo. 

Fin dalla sua nascita, il programma “For Women in Science” ha scelto di premiare con un contributo di 100.000 $ cinque candidate, una per ciascuno dei cinque continenti. Questo impegno su scala globale è stato rafforzato dalla creazione di borse di studio. Infatti, oltre ai premi alle 5 laureate, sono attribuite ogni anno 15 Borse internazionali e numerose borse di studio nazionali a giovani ricercatrici. 

Dal 1998 a oggi sono state sostenute nel loro percorso di carriera ben 2.530 ricercatrici in 112 Paesi.

 Bando Start and grow per i liberi professionisti della Basilicata. Sarà possibile presentare domanda fino al 29.12.2017

 

Si tratta di uno dei tre strumenti finanziari del pacchetto “CreOpportunità” del programma operativo PO FESR 2014/2020.

La finalità del pacchetto è favorire e stimolare l’imprenditorialità mediante il sostegno all’avvio e allo sviluppo di nuove imprese e di incentivare le attività professionali.

Possono presentare domanda i liberi professionisti che:

  1. in forma singola abbiano avviato la propria attività professionale da non più di 60 mesi dalla data dell’ inoltro della candidatura telematica e che esercitino (almeno prevalentemente) in uno dei comuni della regione Basilicata;
  2. siano “aspiranti liberi professionisti” in forma singola, ossia persone fisiche non ancora in possesso di una Partita IVA riferibile all’attività professionale che intendono avviare;
  3. abbiano avviato un’associazione tra professionisti mono multidisciplinare, costituire da non più di 60 mesi dalla data d’inoltro della domanda telematica con sede di esercizio (almeno prevalente) nella Regione Basilicata;
  4. intendano avviare una società tra professionisti mono o multidisciplinare e che si impegnino a costituirsi nelle forme previste per legge e ad avere il luogo di esercizio nella Regione Basilicata;

Sono ammissibili le spese:

1– spese generali, nel limite massimo del 10% dell’importo totale del programma di investimento ammissibile ad agevolazione;

2- spese connesse all’investimento materiale;

3- spese connesse all’investimento immateriale;

4- spese connesse all’acquisizione di servizi reali fino a un importo complessivo di 10.000€;

5- spese di avvio (solo per gli aspiranti professionisti/società costituende o con partita IVA da non più di 24 mesi);

Il contributo è a fondo perduto fino a un massimo del 50% dei costi ritenuti ammissibili, ma non oltre 40.000€ per beneficiario.

http://www.regione.basilicata.it/giunta/files/docs/DOCUMENT_FILE_3020243.pdf

 

 

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in via della Fonte di Fauno 25 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su