La Regione Lombardia ha disposto la riapertura dello sportello per la presentazione delle domande di intervento finanziario a valere sul Bando Linea Intraprendo dal prossimo 4 ottobre .

Il bando finalizzato a favorire l'avvio e il sostegno di nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego, in particolare da parte di giovani e over 50 usciti dal mondo del lavoro, prevede la concessione di contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati a tasso zero. Inoltre tale intervento è rivolto anche ad imprese lombarde esistenti da non più di due anni per sostenere la realizzazione di progetti caratterizzati da elevata qualità, sostenibilità e potenzialità sulla base del business plan presentato.

La gestione della Linea è affidata a Finlombarda S.p.A., Società finanziaria di Regione Lombardia, per la quota di finanziamento e a Regione Lombardia per la quota di fondo perduto

Possono accedere i Liberi Professionisti in forma singola, in attività da non più di 24 mesi,

·       Che esercitino prevalentemente in Lombardia;

  • Che abbiano avviato la propria attività professionale da non più di 24 mesi (come risultante dal Modello dell'agenzia delle Entrate "Dichiarazione di inizio attività, variazione dati o cessazione attività ai fini IVA" e s.m.i), e che abbiano eletto a Luogo di esercizio prevalente dell'attività professionale uno dei Comuni di Regione Lombardia e che, per tale attività professionale, risultino iscritti all'albo professionale del territorio di Regione Lombardia (a livello provinciale/regionale/interregionale) del relativo ordine o collegio professionale o aderenti a una delle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e in possesso dell'attestazione di qualità (elenco Mise);
  • Siano "aspiranti liberi professionisti in forma singola", ossia persone fisiche, non ancora in possesso di una Partita IVA riferibile all'attività professionale che intendono avviare, iscritte per tale attività all'albo professionale del territorio di Regione Lombardia (a livello provinciale/regionale/interregionale) del relativo ordine o collegio professionale o aderenti a una delle associazioni professionali iscritte nell'elenco tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e in possesso dell'attestazione di qualità. Tali soggetti sono tenuti, nel termine perentorio di 90 giorni a partire dalla data del decreto di assegnazione pena la decadenza dall'intervento Finanziario, a:

- aprire la Partita Iva riferibile all'attività professionale oggetto del Progetto presentato e per la quale risultano iscritti
all'albo professionale o aderenti all'associazione tenuto dal Mise;

- avviare tale attività professionale in un Luogo di esercizio in Regione Lombardia.

Ciascun soggetto potrà beneficiare di un solo Intervento Finanziario.

I Soggetti sopraindicati dovranno presentare un Business Plan redatto secondo il format approvato da Regione Lombardia, che evidenzi le caratteristiche del progetto, l'esperienza nel settore, la sostenibilità economico-finanziaria, le relazioni con altre imprese o con investitori e un endorsement da parte di soggetti istituzionali pubblici o privati relativo all'idea imprenditoriale/professionale presentata. Tali elementi dovranno essere comprovati da apposita documentazione.

L'endorsement dovrà essere rilasciato da parte di soggetti istituzionali o riconosciuti (associazioni di categoria, camere di commercio, incubatori pubblici o privati certificati, banche o intermediari finanziari, università o centri di ricerca universitari, distretti del commercio Lombardi - ente locale capofila - Cluster Tecnologici Lombardi riconosciuti da Regione Lombardia e con personalità giuridica) o da parte di soggetti privati (clienti o fornitori attuali o potenziali, soggetti operanti nel medesimo settore professionale del beneficiario).

La sovvenzione va da un minimo di 25.000€ a un massimo di 65.000€ ed è composta da una parte in contributo a fondo perduto (10% dell’agevolazione concessa) e una parte in finanziamento a tasso 0 (90 % dell’agevolazione concessa).

http://www.fesr.regione.lombardia.it/wps/portal/PROUE/FESR/Bandi/DettaglioBando/Agevolazioni/intraprendo-por-fesr-2014-2020

L'obiettivo dell’intervento è quello di sostenere la realizzazione di progetti di lavoro autonomo, siano essi attività d’impresa che libero professionali, nella loro delicata fase di avvio, attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisizione di beni e servizi.

Soggetti beneficiari

  • - MPMI iscritte al Registro delle Imprese dal 2 maggio 2016 con sede legale e operativa in provincia di Cremona;
  • - Libero professionisti in forma singola che abbiano avviato la propria attività dal 2 maggio 2016 in uno dei comuni della provincia di Cremona;
  • - aspiranti imprenditori / libero professionisti che si costituiscano ovvero che avviino la propria attività entro 90 giorni dalla concessione del contributo.

 

Tipologia di spese ammissibili

Saranno ammesse a contributo unicamente le spese relative a investimenti materiali ed immateriali riconducibili all'avvio attività, presenti nel seguente elenco:

  • - acquisto di beni strumentali materiali;
  • - acquisto di beni immateriali
  • - licenze di software;
  • - servizi di consulenza o servizi equivalenti;
  • - affitto dei locali della sede operativa/luogo di esercizio prevalente;
  • - acquisto delle scorte;
  • - spese generali addizionali forfettarie per un massimo del 15% del contributo concesso;
  • - spese per ricerche di mercato;
  • - spese per la realizzazione del sito web;
  • - spese per atto notarile di costituzione dell’attività

 

Entità e forma agevolazione

Il valore del contributo erogato a fondo perduto dalla Camera di Commercio è così quantificato:

 

IMPRESE A

Tutti i progetti

  • - spesa minima ammissibile: € 5.000,00
  • - percentuale contributo: 70%
  • - finanziamento massimo concesso: € 14.000,00 B.

 

Progetti di innovazione sociale

  • - spesa minima ammissibile: € 5.000,00
  • - percentuale contributo: 75%
  • - finanziamento massimo concesso: € 14.000,00 C.

 

Progetti presentati da donne

  • - spesa minima ammissibile: € 5.000,00
  • - percentuale contributo: 80%
  • - finanziamento massimo concesso: € 14.000,00

 

LIBERI PROFESSIONISTI A

Tutti i progetti

  • - spesa minima ammissibile: € 1.500,00
  • - percentuale contributo: 70%
  • - finanziamento massimo concesso: € 5.000,00 B.

Progetti di innovazione sociale

  • - spesa minima ammissibile: € 1.500,00
  • - percentuale contributo: 75%
  • - finanziamento massimo concesso: € 5.000,00 C.

 

Progetti presentati da donne

  • - spesa minima ammissibile: € 1.500,00
  • - percentuale contributo: 80%
  • - finanziamento massimo concesso: € 5.000,00

 

Scadenza

Le domande potranno essere presentate dal 13.07.2017 fino al 28.02.2018

 

La Regione Piemonte ha aperto un bando (fino ad esaurimento fondi) che prevede la possibilità di finanziamenti agevolati, tra gli altri, a chi abbia intenzione di aprire un’attività di lavoro autonomo.

Sono considerate ammissibili al finanziamento a tasso agevolato le spese per i seguenti investimenti produttivi:

  1. a) acquisto di macchinari e attrezzature;
  2. b) acquisto di automezzi connessi e strumentali all’attività;
  3. c) acquisto di arredi strumentali;
  4. d) acquisto di apparecchiature informatiche e relativi programmi applicativi;
  5. e) spese per la realizzazione del sito fino ad un tetto massimo di spesa di Euro 2.000,00, IVA esclusa

Vengono considerati prioritari gli interventi a sostegno degli investimenti per le domande presentate da lavoratrici autonome.

Il finanziamento copre fino al 100% degli investimenti e delle spese ritenute ammissibili e viene erogato con le seguenti modalità:

  1. a) ambiti prioritari d’intervento:

- 60% fondi regionali a tasso zero;

- 40% fondi bancari a tasso convenzionato;

  1. b) ambiti non prioritari:

- 50% fondi regionali a tasso zero;

- 50% fondi bancari a tasso convenzionato.

Il limite minimo di finanziamento è di € 5.000,00 e quello massimo è di € 60.000.

 

VAI AL BANDO

 

 

Scintille è un contest promosso dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri per creare rete tra innovatori, centri di ricerca, sviluppatori, imprese e finanziatori.

La partecipazione può essere in forma singola o associata ed è aperta a tutti i campi disciplinari (ingegneria, economia, fisica, architettura, urbanistica, giurisprudenza, medicina, biologia, alimentazione, ecologia, energia, clima, discipline umanistiche, discipline tecniche, arti, etc.).

Nel caso di partecipazione in forma singola il concorso è aperto ai laureati e/o iscritti ad un ordine professionale. Nel caso, invece, di partecipazione in forma associata il concorso è aperto a tutti purché il gruppo multidisciplinare, la cui composizione è libera, abbia al suo interno un laureato e/o un iscritto ad un ordine professionale.

Scintille sosterrà e premierà le quindici migliori idee/progetti, anche multidisciplinari, che concorreranno al miglioramento della vita e dell'ambiente attraverso l'ingegneria.

I settori di interesse sono: sicurezza del territorio; trasporti e mobilità; architettura sostenibile; bim (interoperabilità nei processi della filiera per infrastrutture e manufatti); patrimonio culturale; scuola e istruzione; tecnologie per il welfare e l'inclusione; smart grids; gestione dei rifiuti; gestione risorse idriche; cloud computing; nuovi materiali; intelligenza artificiale; Internet delle cose; advanced robot constructor; etas (extra terrestrial architecture solution); food.

I quindici selezionati saranno invitati a partecipare al congresso dell'Ingegneria italiana a Perugia, il prossimo 28 giugno 2017, e al primo classificato, andranno i 10.000 euro del premio speciale CNI Scintille Special Award; al secondo classificato un premio di 2.000 euro; al terzo 1.000 euro.

Verranno inoltre individuati i vincitori delle categorie:

  • Scintille|fongit award – percorso di incubazione presso l'incubatore fongit in Ginevra (Svizzera) della durata di 3 mesi dal valore indicativo di CHF 12.000,00
  • Scintille|012factory award – percorso di incubazione presso l'incubatore 012factory in Caserta della durata di 6 mesi dal valore indicativo di € 20.000,00
  • Scintille|issnaf award – borsa di studio in USA della durata di 2 mesi dal valore indicativo di € 6.000,00 presso un centro di ricerca coerente con le finalità del progetto

Per partecipare al concorso è necessario inoltrare la documentazione prevista dal bando entro il 23 maggio 2017.

QUI LA CALL

Enpab

La sede dell'E.N.P.A.B. è in Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma.

La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su