L'obiettivo dell’intervento è quello di sostenere la realizzazione di progetti di lavoro autonomo, siano essi attività d’impresa che libero professionali, nella loro delicata fase di avvio, attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisizione di beni e servizi.

Soggetti beneficiari

  • - MPMI iscritte al Registro delle Imprese dal 2 maggio 2016 con sede legale e operativa in provincia di Cremona;
  • - Libero professionisti in forma singola che abbiano avviato la propria attività dal 2 maggio 2016 in uno dei comuni della provincia di Cremona;
  • - aspiranti imprenditori / libero professionisti che si costituiscano ovvero che avviino la propria attività entro 90 giorni dalla concessione del contributo.

 

Tipologia di spese ammissibili

Saranno ammesse a contributo unicamente le spese relative a investimenti materiali ed immateriali riconducibili all'avvio attività, presenti nel seguente elenco:

  • - acquisto di beni strumentali materiali;
  • - acquisto di beni immateriali
  • - licenze di software;
  • - servizi di consulenza o servizi equivalenti;
  • - affitto dei locali della sede operativa/luogo di esercizio prevalente;
  • - acquisto delle scorte;
  • - spese generali addizionali forfettarie per un massimo del 15% del contributo concesso;
  • - spese per ricerche di mercato;
  • - spese per la realizzazione del sito web;
  • - spese per atto notarile di costituzione dell’attività

 

Entità e forma agevolazione

Il valore del contributo erogato a fondo perduto dalla Camera di Commercio è così quantificato:

 

IMPRESE A

Tutti i progetti

  • - spesa minima ammissibile: € 5.000,00
  • - percentuale contributo: 70%
  • - finanziamento massimo concesso: € 14.000,00 B.

 

Progetti di innovazione sociale

  • - spesa minima ammissibile: € 5.000,00
  • - percentuale contributo: 75%
  • - finanziamento massimo concesso: € 14.000,00 C.

 

Progetti presentati da donne

  • - spesa minima ammissibile: € 5.000,00
  • - percentuale contributo: 80%
  • - finanziamento massimo concesso: € 14.000,00

 

LIBERI PROFESSIONISTI A

Tutti i progetti

  • - spesa minima ammissibile: € 1.500,00
  • - percentuale contributo: 70%
  • - finanziamento massimo concesso: € 5.000,00 B.

Progetti di innovazione sociale

  • - spesa minima ammissibile: € 1.500,00
  • - percentuale contributo: 75%
  • - finanziamento massimo concesso: € 5.000,00 C.

 

Progetti presentati da donne

  • - spesa minima ammissibile: € 1.500,00
  • - percentuale contributo: 80%
  • - finanziamento massimo concesso: € 5.000,00

 

Scadenza

Le domande potranno essere presentate dal 13.07.2017 fino al 28.02.2018

 

La Regione Piemonte ha aperto un bando (fino ad esaurimento fondi) che prevede la possibilità di finanziamenti agevolati, tra gli altri, a chi abbia intenzione di aprire un’attività di lavoro autonomo.

Sono considerate ammissibili al finanziamento a tasso agevolato le spese per i seguenti investimenti produttivi:

  1. a) acquisto di macchinari e attrezzature;
  2. b) acquisto di automezzi connessi e strumentali all’attività;
  3. c) acquisto di arredi strumentali;
  4. d) acquisto di apparecchiature informatiche e relativi programmi applicativi;
  5. e) spese per la realizzazione del sito fino ad un tetto massimo di spesa di Euro 2.000,00, IVA esclusa

Vengono considerati prioritari gli interventi a sostegno degli investimenti per le domande presentate da lavoratrici autonome.

Il finanziamento copre fino al 100% degli investimenti e delle spese ritenute ammissibili e viene erogato con le seguenti modalità:

  1. a) ambiti prioritari d’intervento:

- 60% fondi regionali a tasso zero;

- 40% fondi bancari a tasso convenzionato;

  1. b) ambiti non prioritari:

- 50% fondi regionali a tasso zero;

- 50% fondi bancari a tasso convenzionato.

Il limite minimo di finanziamento è di € 5.000,00 e quello massimo è di € 60.000.

 

VAI AL BANDO

 

 

Scintille è un contest promosso dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri per creare rete tra innovatori, centri di ricerca, sviluppatori, imprese e finanziatori.

La partecipazione può essere in forma singola o associata ed è aperta a tutti i campi disciplinari (ingegneria, economia, fisica, architettura, urbanistica, giurisprudenza, medicina, biologia, alimentazione, ecologia, energia, clima, discipline umanistiche, discipline tecniche, arti, etc.).

Nel caso di partecipazione in forma singola il concorso è aperto ai laureati e/o iscritti ad un ordine professionale. Nel caso, invece, di partecipazione in forma associata il concorso è aperto a tutti purché il gruppo multidisciplinare, la cui composizione è libera, abbia al suo interno un laureato e/o un iscritto ad un ordine professionale.

Scintille sosterrà e premierà le quindici migliori idee/progetti, anche multidisciplinari, che concorreranno al miglioramento della vita e dell'ambiente attraverso l'ingegneria.

I settori di interesse sono: sicurezza del territorio; trasporti e mobilità; architettura sostenibile; bim (interoperabilità nei processi della filiera per infrastrutture e manufatti); patrimonio culturale; scuola e istruzione; tecnologie per il welfare e l'inclusione; smart grids; gestione dei rifiuti; gestione risorse idriche; cloud computing; nuovi materiali; intelligenza artificiale; Internet delle cose; advanced robot constructor; etas (extra terrestrial architecture solution); food.

I quindici selezionati saranno invitati a partecipare al congresso dell'Ingegneria italiana a Perugia, il prossimo 28 giugno 2017, e al primo classificato, andranno i 10.000 euro del premio speciale CNI Scintille Special Award; al secondo classificato un premio di 2.000 euro; al terzo 1.000 euro.

Verranno inoltre individuati i vincitori delle categorie:

  • Scintille|fongit award – percorso di incubazione presso l'incubatore fongit in Ginevra (Svizzera) della durata di 3 mesi dal valore indicativo di CHF 12.000,00
  • Scintille|012factory award – percorso di incubazione presso l'incubatore 012factory in Caserta della durata di 6 mesi dal valore indicativo di € 20.000,00
  • Scintille|issnaf award – borsa di studio in USA della durata di 2 mesi dal valore indicativo di € 6.000,00 presso un centro di ricerca coerente con le finalità del progetto

Per partecipare al concorso è necessario inoltrare la documentazione prevista dal bando entro il 23 maggio 2017.

QUI LA CALL

La Regione Calabria ha pubblicato l’avviso rivolto al sostegno dell’autoimpiego e dell’autoimprenditorialità di cui avevamo anticipato la notizia. Il bando è finalizzato alla concessione di incentivi economici per sostenere l'avvio di nuove iniziative imprenditoriali (lavoro autonomo o attività d’impresa) e all’offerta di servizi di tutoraggio, di accompagnamento e consulenza a supporto della creazione e sviluppo delle iniziative imprenditoriali finanziate.

Saranno finanziate le nuove imprese nonché i liberi professionisti in forma singola o associata aventi sede legale e/o sede operativa nel territorio della Regione Calabria.

L’investimento massimo ammissibile non può superare i € 40.000,00, al netto dell’IVA e deve essere realizzato in un arco temporale di 12 mesi, salvo proroga autorizzata dalla Regione.

Le agevolazioni sono concesse a titolo de minimis  nella forma di un contributo alla spesa nella misura massima di € 30.000,00 (trentamila/00), corrispondenti ad un contributo in conto capitale  nella misura del 75% dell’investimento ammissibile.

Nel caso di presentazione di domanda in forma associata il contributo massimo concedibile può essere aumentato proporzionalmente al numero di soggetti associati.

Le agevolazioni sono concesse a titolo de minimis nella forma di un contributo alla spesa commisurato al numero di soggetti associati:

Soggetti proponenti in forma associata  Investimento ammissibile Contributo massimo agevolabile 
2 soggetti € 80.000 al netto d’IVA € 60.000
3 o più soggetti € 120.000 al netto d’IVA   € 90.000

Le domande di agevolazione dovranno essere compilate on line a far data dal quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso sul BURC (26/04/2017) e, comunque, entro non oltre il quarantacinquesimo giorno dalla medesima data (26/05/2017).

Ai fini della candidatura occorrerà accedere, attraverso il portale http://regione.calabria.it/calabriaeuropa, alla piattaforma opportunamente predisposta, e accreditarsi, inserendo i dati anagrafici necessari, comprensivi di numero e tipo di documento di identità in corso di validità, numero di cellulare ed indirizzo email valido. Al termine della fase di accreditamento, potrà essere effettuato l’accesso alla piattaforma per compilare e caricare i documenti previsti. Il candidato si troverà in un ambiente dinamico che lo guiderà passo dopo passo fino al termine della procedura.

I contributi potranno essere erogati secondo le seguenti modalità:

  • un’anticipazione, pari al 30% del contributo concesso a fronte di garanzia fideiussoria di importo pari all’80% del contributo pubblico concesso ed alla costituzione dell’impresa;
  • seconda anticipazione, pari al 50% del contributo concesso, a fronte di presentazione di regolare rendicontazione per un importo pari al 30% del progetto, a copertura della prima anticipazione. Nelle predetta rendicontazione potrà essere inserito il costo relativo alla garanzia fideiussoria;
  • saldo a consuntivo, pari al 20% del contributo concesso, previa acquisizione dei documenti elencati nel bando e a seguito del collaudo finale dell’iniziativa

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO

 

 

Enpab

La sede dell'E.N.P.A.B. è in Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma.

La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su