E stato rifinanziato il fondo “Fare Futuro” della regione Lazio, aperto anche ai liberi professionisti, che permette di accedere a finanziamenti agevolati, concessi da Lazio Innova, Società finanziaria della Regione Lazio, per spese fino ai 25.000 euro.

Spese ammissibili:

  • le spese di costituzione (ovviamente solo per le attività non ancora costituite). Le aziende già costituite non hanno spese di costituzione. Come puoi vedere, sono inoltre finanziate le
  • spese di funzionamento
  • investimenti
  • costo del personale

il bando “FONDO FUTURO” Regione Lazio 2017-2018 non può essere utilizzato, in nessun modo, per:

  • copertura di spese relative all’IVA
  • pagamento di spese relative al pagamento di imposte e tasse
  • copertura di spese su interessi passivi che bisogna pagare su finanziamenti 
  • ripianare situazioni debitorie preesistenti che hanno determinato la difficoltà di accesso al credito 

caratteristiche del prestito che concede Lazio Innova:

  • finalità: copertura di un piano di investimenti
  • ammontare dei progetti: minimo 5.000 euro, massimo 25.000 euro
  • periodo di rimborso: 84 mesi (cioè sette anni) 
  • pre-ammortamento: massimo 12 mesi al tasso dell’1%
  • rimborso previsto: rate mensili, costanti e posticipate
  • garanzie reali: non è previsto il rilascio di garanzie reali. 

Il bando rimarrà aperto fino all’esaurimento dei fondi

http://www.lazioinnova.it/inclusione/microcredito-2/

La regione Sicilia ha aperto la selezione per la formazione di una lista di esperti individuali, di comprovata competenza nella ricerca industriale, nell'innovazione e nel trasferimento tecnologico, da cui la Regione potrà attingere per l'affidamento di incarichi collaborativi nell'ambito della gestione di progetti relativi alla strategia di specializzazione intelligente per il periodo 2014-2020.

La Regione Siciliana, nell'ambito della costruzione di una struttura di governance della propria Strategia di Specializzazione Intelligente (S3) e ai fini dell'attuazione degli obiettivi del PO FESR 2014-2020 correlati alla S3, ha approvato un avviso per la formazione di un "roster" di esperti individuali nei 6 ambiti tematici prioritari della S3 ovvero nell'applicazione industriale delle KET (Key Enabling Technologies) di livello europeo, ovvero nella valutazione di sostenibilità economico-finanziaria dei progetti.

La collaborazione con tali esperti sarà attivata dalla Regione, attraverso il conferimento di incarichi individuali, a chiamata, secondo necessità e per varie funzioni tecniche, che comprendono, a titolo esemplificativo:

  • la valutazione di proposte progettuali,
  • l'assistenza nella negoziazione con i beneficiari dei progetti strategici,
  • il monitoraggio e la verifica periodica dello stato di avanzamento delle attività dei progetti finanziati,
  • il supporto nelle fasi di chiusura e rendicontazione tecnico-economica dei progetti.

L'avviso è rivolto ad esperti scientifici e tecnologici, di comprovata competenza nella ricerca industriale, nell'innovazione e nel trasferimento tecnologico, residenti in Italia o all'estero, in grado di documentare significative esperienze precedenti nel campo della valutazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione negli ambiti tematici della S3 e/o nell'applicazione industriale delle KET.

I candidati all'inserimento nel roster dovranno dimostrare di avere competenze tecnico scientifiche in una delle 6 aree di specializzazione individuate dalla Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Siciliana (Agroalimentare, Economia del Mare, Energia, Scienze della Vita, Turismo, Cultura e Beni culturali, Smart Cities and Communities), ovvero nelle KET di livello europeo (comprendono: Micro e Nano elettronica, Nano tecnologie, Biotecnologie industriali, Materiali avanzati, Fotonica, e Tecnologie manifatturiere avanzate), ovvero nella valutazione di sostenibilità economico-finanziaria di grandi progetti e programmi di innovazione e sviluppo, nonché di possedere un'ottima conoscenza della lingua inglese e una buona conoscenza della lingua italiana, per gli esperti non di lingua madre italiana.

Dovranno inoltre dichiarare, e mantenere per tutta la durata dell'eventuale incarico, l'inesistenza di cause di incompatibilità ovvero conflitti di interesse in ordine alle attività commissionate dalla Regione.

Al fine di essere ammesso alla selezione il candidato/a dovrà possedere diploma di laurea o titolo equipollente conseguito all'estero e come requisito di esperienza

Ciascun esperto potrà candidarsi, con domande separate, anche a più di un profilo fra quelli previsti, fino a un numero massimo di due.

Le istanze di partecipazione alla selezione, indirizzate alla Regione Siciliana, Dipartimento Attività Produttive, dovranno essere inoltrate, in qualsiasi momento, con una delle seguenti modalità:

  • in formato cartaceo, sottoscritta in originale, e corredata di tutti gli allegati richiesti, tramite raccomandata con avviso di ricevimento, corriere espresso o altra forma equivalente. Farà fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante;
  • in formato elettronico, tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) inviata esclusivamente all'indirizzo: dipartimento.attivita.produttive@certmail.regione.sicilia.it e sottoscritta digitalmente.

E' esclusa la consegna a mano.

Per tutte le figure professionali richieste, le relative candidature potranno essere presentate a partire dal 1° luglio 2016. La Regione formerà le prime graduatorie, considerando tutte le istanze pervenute entro il 31 luglio 2016. Successivamente procederà con l'aggiornamento delle graduatorie semestralmente, considerando tutte le istanze presentate entro il 30 settembre e il 31 marzo di ogni anno.

Le graduatorie risultanti, aggiornate trimestralmente, resteranno valide fino al 31 dicembre 2022.

In qualsiasi momento i candidati già inseriti nel roster, così come gli esclusi a motivo di un insufficiente punteggio minimo, hanno facoltà di ripresentare un CV aggiornato e chiedere una nuova valutazione del proprio profilo.

I candidati inseriti in ciascuna graduatoria riceveranno incarichi sulla base dell'effettiva competenza tecnico-scientifica in relazione ai progetti di interesse per la Regione. Il relativo affidamento sarà effettuato dall'Amministrazione al manifestarsi della necessità, sulla base di un meccanismo di scorrimento delle graduatorie sopra menzionate, a partire dai candidati con punteggio più alto, e garantendo una effettiva rotazione nell'attribuzione degli incarichi.

La durata dell'incarico sarà commisurata alle esigenze che scaturiranno di volta in volta dalla natura delle prestazioni richieste e dalla numerosità dei progetti di interesse per la Regione.

Fonte: Decreto 17 giugno 2016, n. 1876, B.U.R. 1 luglio 2016, n. 28, Regione Sicilia

https://www.euroinfosicilia.it/avviso-pubblico-per-la-formazione-di-un-roster-di-esperti-individuali-al-servizio-della-strategia-regionale-di-specializzazione-intelligente-per-il-periodo-20142020/

La regione Sardegna ha emanato un bando che prevede finanziamenti a tasso agevolato destinati a soggetti inoccupati e disoccupati, microimprese aventi forma giuridica di ditta individuale, società di persone, società a responsabilità limitata, società cooperative, cooperative, piccole imprese, associazioni o società di lavoratori autonomi e/o liberi professionisti che alla data della presentazione della domanda siano titolari di partita iva.

Le risorse complessive disponibili ammontano a 6 milioni di euro.

I liberi professionisti dovranno essere iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal ministero dello Sviluppo economico – Fondo microcredito Fse.

Il termine per la presentazione dei progetti è il 30 giugno 2018.

http://www.regione.sardegna.it/j/v/2582?s=1&v=9&c=1385

La regione Marche ha approvato l'avviso per la concessione di incentivi per il sostegno alla creazione di nuove imprese, finanziato con risorse pari ad € 6.000.000,00.

Possono accedere al bando anche i Liberi Professionisti e gli studi professionali, singoli e associati.

I contributi sono concessi per un importo fino a 30.000,00 euro.

I contributi riconducibili alle spese ammissibili al FSE sono consentiti fino al 100%, fatta eccezione per i voucher formativi che possono essere concessi fino ad un importo massimo dell'80% della spesa.

I contributi riconducibili alle spese nell'ambito FESR (infrastrutture, terreni e beni immobili) sono consentiti fino ad un massimo del 50% del contributo pubblico complessivo riconosciuto e comunque nel rispetto dei tetti fissati dal Reg.(UE) 1301/2013.

 
   
 

Sono ammissibili le seguenti spese riconducibili al FESR:

·       Spese infrastrutture, terreni e beni immobili;

Spese riconducibili al FSE riferite al periodo di ammissibilità del progetto:

·      spese di costituzione (onorario notarile, comprensivo di IVA, se non recuperabile; assicurazioni* per la copertura di rischi inerenti l'utilizzo di risorse umane e strumentali impiegate nel progetto di impresa)

·       spese per la fideiussione

·       spese relative alle consulenze tecniche (consulenza fiscale, gestionale e marketing);

·       spese per la frequenza di attività formative collettive o individuali dei soggetti coinvolti nel progetto di creazione di impresa, anche mediante l'utilizzo di voucher, utilizzabili presso le strutture formative regionali accreditate)

·       spese per l'acquisto o l'ammortamento di attrezzature e beni mobili (compreso l'acquisto di attrezzature e beni mobili usati);

·       spese per affitto immobili;

·       spese pubblicitarie;

·       spese relativi ai canoni di leasing dei beni di cui sopra;

·       spese per l'acquisto di hardware e software ( finalizzati all'informatizzazione ed all'allacciamento a reti informatiche);

·       spese per l'acquisto di brevetti o licenze d'uso.

Possono essere ammessi a contributo i progetti che prevedano una spesa minima pari o superiore a 10.000,00 euro.

 
   
     

La scadenza è fissata per il 12 aprile 2018.

http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Lavoro-e-Formazione-Professionale/Bandi-di-finanziamento/id_9081/644

Enpab

La sede dell'E.N.P.A.B. è in Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma.

La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su