La CEI (Central European Iniziative) ha pubblicato un bando per fronteggiare l’emergenza COVID-19 per  un importo complessivo pari a 600.000 €. I progetti sono finanziati al 100% fino ad un massimo pari ad € 40.000. Una volta ricevuta la comunicazione di approvazione del progetto, si può ottenere un anticipo fino all’80% della quota finanziata, il rimanente a saldo. Sono 3 gli ambiti di azione:  Sanità e telemedicina (MED), educazione  e e-learning (EDU) ma l'opportunità più interessante in questo momento di crisi economica è il supporto alle micro, piccole e medie imprese (MSME), per acquisti di attrezzature per facilitare il lavoro intelligente, compresi hardware (computer, laptop, tablet, dispositivi, ecc.) e software (strumenti online, piattaforme per il lavoro intelligente, ecc.); l'organizzazione di seminari online (webinar) per facilitare il trasferimento di conoscenze tra esperti e operatori economici (dagli Stati membri CEI dell'UE a Stati non membri CEI) e infine l'acquisto di servizi di consulenza per facilitare l'innovazione, con particolare attenzione alla digitalizzazione e alla dematerializzazione delle imprese.

Il segretariato dell’iniziativa centro europea (CEI) riunisce i seguenti paesi: Albania, Bielorussia, Bosnia Herzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Italia, Moldavia, Montenegro, Macedonia del nord, Polonia, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia e Ukraina. La mission dell'Ente è quella di favorire l’allagamento a est dell’Unione Europea e forme di cooperazione tra paesi già membri e paesi che hanno attivato un processo di adesione.

I beneficiari possono essere enti pubblici e privati che hanno sede in uno degli stati membri della CEI. Persone fisiche non possono partecipare. Le ONG e gli organismi privati  possono partecipare allegando  la propria registrazione alla rispettiva categoria. 

Le domande vanno compilate in lingua inglese e inviate esclusivamente all’indirizzo applications@cei.int

Il bando specifica che la definizione di PMI è in linea con la raccomandazione Europea 651/2014: “ogni attività che produce reddito, indipendentemente dalla forma legale.

Per consultare il bando cliccare qui.

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in via della Fonte di Fauno 25 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su