Mipaaf

  • Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali. Contributo a fondo perduto per l'accesso ai Distretti del cibo. Scadenza il 17 aprile

    Beneficiari: Grande Impresa, PMI, Associazioni/Onlus/Consorzi

    Settore: Agroindustria/Agroalimentare, Agricoltura

    Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Opere edili e impianti, Attrezzature e macchinari

    Scadenza:17/04/2020

    Il Contratto di distretto ha lo scopo di promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole a agroalimentari. Il Contratto di distretto deve quindi anche favorire processi di riorganizzazione delle relazioni tra i differenti soggetti delle filiere operanti nel territorio del distretto del cibo, al fine di promuovere la collaborazione e l’integrazione fra i soggetti delle filiere, stimolare la creazione di migliori relazioni di mercato e garantire prioritariamente ricadute positive sulla produzione agricola.

    Soggetti beneficiari

    Sono Soggetti beneficiari delle agevolazioni del Contratto di distretto le seguenti categorie di imprese:

    • ● le imprese come definite dalla normativa vigente, anche in forma consortile, le società cooperative e loro consorzi, nonché le imprese organizzate in reti di imprese, che operano nel settore agricolo e agroalimentare;
    • ● le organizzazioni di produttori agricoli e le associazioni di organizzazioni di produttori agricoli;
    • ● le società costituite tra soggetti che esercitano l’attività agricola e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, purché almeno il 51 per cento del capitale sociale sia posseduto da imprenditori agricoli, cooperative agricole e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente. Il capitale delle predette società può essere posseduto, in misura non superiore al 10%, anche da grandi imprese, agricole o commerciali.

    Tipologia di interventi ammissibili

    Gli interventi ammissibili alle agevolazioni comprendono le seguenti tipologie:

    • ● investimenti in attivi materiali e attivi immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria;
    • ● investimenti per la Trasformazione di prodotti agricoli e per la Commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari;
    • ● investimenti concernenti la trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non agricoli, nei limiti individuati nei Provvedimenti;
    • ● costi per la partecipazione dei produttori di Prodotti agricoli ai regimi di qualità e misure promozionali a favore dei Prodotti agricoli;
    • ● investimenti per la promozione dell’immagine e delle attività del distretto;
    • ● Progetti di ricerca e sviluppo nel settore agricolo e agroalimentare.

    Entità e forma dell'agevolazione

    L'intensità dell'aiuto varia in base a tre fattori:

    • ● Se gli investimenti sono connessi alla produzione agricola primaria;
    • ● Localizzazione regione;
    • ● Dimensione dell'impresa (PMI o grande impresa). L'intensità dell'aiuto sul totale delle spese ammissibili varia dal 10% al 40%.

    Per maggiori info e per presentare la propria candidatura consultare il portale del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e europa.eu.

     

  • Presentazione delle Linee guida per una sana alimentazione italiana

    Giovedì 5 dicembre 2019 il Crea, con il suo Centro di ricerca alimenti e nutrizione, presenta dalle 10.00, nella sala Cavour del Mipaaf, presenterà l'edizione 2018 delle Linee guida per una sana alimentazione italiana.

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in Viale della Piramide Cestia 1 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche solo tramite prenotazione telefonica:

L'Ente è aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su