bando

  • 3 borse Enpab per il Master in Psicobiologia della nutrizione e del comportamento alimentare: domande entro il 9 dicembre 2019

    È stato riattivato per l’anno accademico 2019/2020 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Tor Vergata, in convenzione con l’Università degli Studi “Campus Bio-Medico”, il Master Interuniversitario di II livello in“Psicobiologia della nutrizione e del comportamento alimentare” - "Psychobiology of nutrition and eating behaviour".

  • Bando EduCare per progetti di educazione e attività ludiche. Scade il 31 dicembre

    Dipartimento per le politiche della famiglia. Bando EduCare. Contributo a fondo perduto per progetti di educazione non formale e informale e di attività ludiche per l'empowerment dell'infanzia e dell'adolescenza.

     

    L’emergenza sanitaria da COVID-19 ha limitato fortemente le opportunità ludiche e ricreative dei bambini/e e dei ragazzi/e al di fuori del contesto domestico. L’obiettivo strategico dell'Avviso pubblico è quello di promuovere interventi, anche sperimentali e innovativi, di educazione non formale e informale e di attività ludiche per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza, che privilegino attività, anche all’aperto e, nell’ambito di centri e campi estivi a favore dei bambini e dei ragazzi nei seguenti ambiti tematici:

    ● promozione della cittadinanza attiva, del coinvolgimento nella comunità, e della valorizzazione del patrimonio culturale locale;

    ● promozione della non-discriminazione, dell’equità e dell’inclusione sociale e lotta alla povertà educativa;

    ● promozione della piena partecipazione e del protagonismo dei bambini e dei ragazzi attraverso l’educazione tra pari (peer education) e il sostegno del dialogo intergenerazionale tra bambini, ragazzi, adulti e anziani e le loro famiglie;

    ● tutela dell’ambiente e della natura e promozione di stili di vita sani.

     

    Soggetti beneficiari

    I soggetti che potranno partecipare in qualità di soggetto proponente potranno essere:

    ● enti locali, in forma singola o associata, o altri enti pubblici territoriali;

    ● scuole pubbliche e parificate di ogni ordine e grado;

    ● servizi educativi per l'infanzia e scuole dell'infanzia, statali e paritari;

    ● organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di Enti del Terzo settore.

     

    Entità e forma dell'agevolazione

    Alla realizzazione delle linee d’intervento è destinato un finanziamento complessivo pari ad euro 35.000.000,00. La richiesta di finanziamento per ciascuna iniziativa progettuale, della durata di 6mesi, deve essere compresa entro il limite massimo di euro 150.000,00. Non possono essere considerati ai fini della ammissibilità al finanziamento progetti il cui valore sia inferiore a euro 35.000,00.

     

    Scadenza

    La domanda può essere presentata entro il 31 dicembre 2020.

  • Dalla Regione Lazio il bando “Progetti di Innovazione Digitale”. Scade il 21 aprile

    Nuovo bando "Progetti di Innovazione Digitale" per sostenere le medie e piccole imprese, compresi i professionisti, nella trasformazione aziendale di processo e di prodotto.

    FINALITÀ: rafforzare la competitività del sistema produttivo del territorio promuovendo Progetti di innovazione Digitale riguardanti l’introduzione di tecnologie digitali e di soluzioni ICT che sostengano la trasformazione aziendale di processo e di prodotto.

    PROGETTI AMMISSIBILI: progetti che prevedono l’adozione di una o più soluzioni tecnologiche o sistemi digitali, finalizzate a introdurre innovazioni nei processi produttivi, logistici, organizzativi e commerciali quali: digital marketing: soluzioni di digital marketing; e-commerce; punto vendita digitale; prenotazione e pagamento; sistemi Self scanning e Self checkout; stampa 3D; internet of things; logistica digitale; amministrazione digitale; sicurezza digitale; sistemi integrati ed altre soluzioni e sistemi basati su tecnologie coerenti con i paradigmi di Industria 4.0.

    BENEFICIARI: MPMI, Liberi Professionisti, in forma singola o tramite Aggregazioni Temporanee, composte al massimo da 6 MPMI;

    COSTI AMMISSIBILI: MINIMO 50.000 Euro.

    CONTRIBUTO: a fondo perduto, nella misura del 40%, MASSIMO 200.000 Euro per ciascun progetto

    SCADENZA: 21 aprile 2020.

    PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: compilazione del formulario sul portale GeCoWEB e invio della domanda e dei suoi allegati a mezzo PEC all’indirizzo incentivi@pec.lazioinnova.it

    Per info più approfondite e la visione della documentazione richiesta rimandiamo al portale Lazio Innova. 

  • Finanziamento urgente agevolato di € 20.000 per sostenere le piccole imprese, i professionisti e le imprese individuali. Esito richiesta in pochi giorni.

    FINANZIAMENTO URGENTE AGEVOLATO DI € 20.000 PER SOSTENERE LE PICCOLE IMPRESE. Ora disponibile anche per le imprese individuali e i professionisti. Completamente OnLine. Esito richiesta in pochi giorni.

    MASSIMALE: aumentabile in corso di istruttoria fino a € 500.000, ma solo nella misura consentita dalla reale situazione economica-finanziaria;

    AGEVOLAZIONE: garanzia gratuita concessa dal Fondo di Garanzia.

    DESTINAZIONE DEL FINANZIAMENTO: non è richieste nessun vincolo di destinazione.

    Il finanziamento può essere usato per qualsiasi finalità, per esempio per ripristinare la liquidità, per acquisto scorte, marketing, pubblicità dipendenti, spese di esercizio, oneri di gestione vari, o per dare il via ad un nuovo progetto..

    BENEFICIARI: Società di persone (Snc o Sas con almeno 100.000 di fatturato, operative da più di 1 anno); Società di capitali (Srl o Spa), con almeno 100.000 di fatturato e almeno 1 bilancio depositato; Imprese individuali con almeno due dichiarazioni dei redditi.

    Professionisti iscritti a qualsiasi albo: con almeno due dichiarazioni dei redditi presentate;

    DURATA DEL FINANZIAMENTO: 5 anni con 1 anno di pre ammortamento (si inizia a pagare le rate di rimborso a partire dal secondo anno).

    TERRITORIALITA': sono ammesse le imprese con sede in tutte le regioni, isole comprese, con esclusione di Toscana, Marche e Abruzzo.

    GARANZIE: nessuna, si accede al Fondo di Garanzia statale gratuito.

    TEMPI: dai 3 a 7 giorni.

    PROCEDURA: Completamente online su piattaforma informatica, in caso di approvazione della richiesta potrete accettare la proposta direttamente online.

  • Lazio Innova: finanziamento a fondo perduto per iniziative di promozione della cultura, dello sport, di animazione territoriale e di inclusione sociale

    Finanziamento a fondo fino al 100% per la realizzazione di iniziative di promozione della cultura dello sport, di animazione territoriale e di inclusione sociale.

     

    Sostenere iniziative di promozione, valorizzazione e animazione sul territorio regionale, con particolare riguardo ad ambiti quali quello culturale, sportivo, ambientale, della sostenibilità e dell’inclusione sociale. É questo l'obiettivo del bando regionale che sostiene con contributi a fondo perduto iniziative, anche in modalità online, che rientrino in uno o più dei seguenti ambiti:

    ● cultura: iniziative per la diffusione della cultura e per la ricerca e la formazione;

    ● sport: iniziative finalizzate alla diffusione, anche fra i giovani, dello sport e dei suoi valori;

    ● promozione e animazione del territorio: per esempio eventi di promozione e valorizzazione delle specificità territoriali;

    ● diritti civili: eventi e iniziative a sostegno dei diritti civili e contro le discriminazioni;

    ● ambiente e sostenibilità. I progetti devono avere modalità esecutive conformi alle disposizioni vigenti di contenimento della diffusione del Covid-19 (ad es., distanziamento sociale e interpersonale), o comunque essere realizzati utilizzando strumenti digitali.

     

    Soggetti beneficiari

    Associazioni, comitati legalmente riconosciuti, fondazioni, nonché altri enti di diritto privato legalmente costituiti da nonmeno di seimesi, localizzati o con sede nel Lazio, senza scopo di lucro.

     

    Tipologia di interventi ammissibili

    Sono ammissibili i costi sostenuti per la realizzazione dell’iniziativa per la quale si richiede il contributo. A titolo meramente esemplificativo:

    ● acquisto di beni non durevoli necessari all’organizzazione e allo svolgimento dell’iniziativa;

    ● costi per l’utilizzo di locali, impianti, strutture, inclusi canoni di noleggio di benimobili funzionali all’iniziativa;

    ● costi connessi al distanziamento sociale secondo la normativa vigente;

    ● costi per l’ottenimento di altri servizi strumentali o necessari per la realizzazione dell’iniziativa;

    ● costi per la produzione e i servizi;

    ● compensi per relatori, conferenzieri, artisti e simili;

    ● pubblicizzazione e divulgazione dell’iniziativa.

     

    Entità e forma dell'agevolazione

    La dotazione finanziaria per l’annualità 2020 è pari a 780.000 euro; il contributo copre il 100% del costo complessivo dell’iniziativa, entro il limite massimo di 35.000 euro.

     

    Scadenza

    La domanda può essere presentata dal 28 giugno fino ad esaurimento fondi disponibili.

  • Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali. Contributo a fondo perduto per l'accesso ai Distretti del cibo. Scadenza il 17 aprile

    Beneficiari: Grande Impresa, PMI, Associazioni/Onlus/Consorzi

    Settore: Agroindustria/Agroalimentare, Agricoltura

    Spese finanziate: Consulenze/Servizi, Opere edili e impianti, Attrezzature e macchinari

    Scadenza:17/04/2020

    Il Contratto di distretto ha lo scopo di promuovere lo sviluppo territoriale, la coesione e l’inclusione sociale, favorire l’integrazione di attività caratterizzate da prossimità territoriale, garantire la sicurezza alimentare, diminuire l’impatto ambientale delle produzioni, ridurre lo spreco alimentare e salvaguardare il territorio e il paesaggio rurale attraverso le attività agricole a agroalimentari. Il Contratto di distretto deve quindi anche favorire processi di riorganizzazione delle relazioni tra i differenti soggetti delle filiere operanti nel territorio del distretto del cibo, al fine di promuovere la collaborazione e l’integrazione fra i soggetti delle filiere, stimolare la creazione di migliori relazioni di mercato e garantire prioritariamente ricadute positive sulla produzione agricola.

    Soggetti beneficiari

    Sono Soggetti beneficiari delle agevolazioni del Contratto di distretto le seguenti categorie di imprese:

    • ● le imprese come definite dalla normativa vigente, anche in forma consortile, le società cooperative e loro consorzi, nonché le imprese organizzate in reti di imprese, che operano nel settore agricolo e agroalimentare;
    • ● le organizzazioni di produttori agricoli e le associazioni di organizzazioni di produttori agricoli;
    • ● le società costituite tra soggetti che esercitano l’attività agricola e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, purché almeno il 51 per cento del capitale sociale sia posseduto da imprenditori agricoli, cooperative agricole e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente. Il capitale delle predette società può essere posseduto, in misura non superiore al 10%, anche da grandi imprese, agricole o commerciali.

    Tipologia di interventi ammissibili

    Gli interventi ammissibili alle agevolazioni comprendono le seguenti tipologie:

    • ● investimenti in attivi materiali e attivi immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria;
    • ● investimenti per la Trasformazione di prodotti agricoli e per la Commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari;
    • ● investimenti concernenti la trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non agricoli, nei limiti individuati nei Provvedimenti;
    • ● costi per la partecipazione dei produttori di Prodotti agricoli ai regimi di qualità e misure promozionali a favore dei Prodotti agricoli;
    • ● investimenti per la promozione dell’immagine e delle attività del distretto;
    • ● Progetti di ricerca e sviluppo nel settore agricolo e agroalimentare.

    Entità e forma dell'agevolazione

    L'intensità dell'aiuto varia in base a tre fattori:

    • ● Se gli investimenti sono connessi alla produzione agricola primaria;
    • ● Localizzazione regione;
    • ● Dimensione dell'impresa (PMI o grande impresa). L'intensità dell'aiuto sul totale delle spese ammissibili varia dal 10% al 40%.

    Per maggiori info e per presentare la propria candidatura consultare il portale del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e europa.eu.

     

  • Programma di Sviluppo Rurale Nazionale 2014/2020. Scade il 12 luglio

    Reg (UE) 1305/2013 - Programma di Sviluppo Rurale Nazionale 2014/2020 - Sottomisura: 10.2 - Sostegno per la conservazione, l'uso e lo sviluppo sostenibili delle risorse genetiche in agricoltura – Attività di caratterizzazione delle risorse genetiche animali di interesse zootecnico e salvaguardia della biodiversità.
    Sostegno per la conservazione, l'uso e lo sviluppo sostenibili delle risorse genetiche in agricoltura – Attività di caratterizzazione delle risorse genetiche animali di interesse zootecnico e salvaguardia della biodiversità.

    Possono presentare una domanda di sostegno alla sottomisura enti pubblici e/o privati di qualsiasi natura, singoli o associati con altri enti pubblici e/o privati che dimostrino una documentata capacità operativa e professionale in relazione alla tematica di riferimento.

    Alle operazioni di cui alla presente misura sono assegnati complessivamente € 45.847.158,44 a titolo di contributo pubblico a valere sui fondi FEARS e nazionali, per operazioni da concludersi entro il 30 giugno 2023. Il contributo è calcolato nella misura del 90% su una spesa ammessa di € 50.941.287,16.
    Nel bando viene specificata la spesa massima ammissibile per operazione e per ciascun comparto.

    Scadenza per la presentazione delle domande: 12 luglio 2020.

    pdfConsulta il bando

  • Regione Umbria per la transazione digitale. Domande entro il 29 giugno

    POR FESR 2014/2020. Misura 3.7.1. Bando BRIDGE TO DIGITAL. Contributo a fondo perduto fino al 75% per la transazione digitale. 

    Una misura volta a favorire la transizione digitale delle micro e piccole imprese e dei liberi professionisti. Stanziati 3 milioni di euro allo scopo di sostenere gli operatori economici del territorio e favorire un processo di transizione digitale che permetta ai beneficiari di proporsi sui mercati nazionali ed internazionali e di meglio resistere agli shock strutturali, quali appunto la pandemia Covid-19. Oggetto della misura sono diverse tipologie di innovazione digitale: piattaforme B2B, B2C, e-commerce e delivery, showroom e vetrine virtuali, piattaforme virtuali per l'export, sistemi di smart working e di lavoro in condivisione, smart place, sistemi di archiviazione dei dati nel cloud (data warehouse/data lake) e relativi strumenti di business intelligence/analytics, cyber security, piattaforme virtuali per l'export, sistemi di digital payment e digital finance.

     

    Soggetti beneficiari

    Possono beneficiare dell'aiuto: ● le Micro e Piccole imprese; ● i liberi professionisti in possesso di partita IVA attiva e regolarmente iscritti ai relativi albi/ordini professionali, che realizzino interventi nei settori dell'industria, artigianato, commercio, turismo, servizi, sanità e costruzioni. Tipologia di interventi ammissibili Spese ammissibili: ● acquisizione di beni strumentali materiali ed immateriali di natura ICT; ● Cloud; ● Servizi ICT.

     

    Entità e forma dell'agevolazione

    L'ammontare complessivo delle spese ammissibili non può essere inferiore a: ● euro 7.000,00 per le micro imprese; ● euro 13.000,00 per le piccole imprese. L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nellse seguenti misure: ● 75% delle spese ammissibili per lemicro imprese fino ad unmassimo pari ad euro 10.000,00; ● 60% delle spese ammissibili per le piccole imprese fino ad unmassimo pari ad euro 15.000,00.

     

    Scadenza

    La domanda può essere presentata dal 22 giugno 2020 al 29 giugno 2020.

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in Viale della Piramide Cestia 1 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche solo tramite prenotazione telefonica:

L'Ente è aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su