Cari Colleghi,

l'Ente di previdenza è molto attento al professionista e investe caparbiamente nel welfare a sostegno della professione, la "giusta" previdenza, infatti, non può essere garantita senza il "giusto" lavoro e non può sostenersi senza un reddito adeguato.

Le sfide per il futuro di noi Biologi sono tante, come molte sono le opportunità che a volte ignoriamo.

Oggi siamo professioni sanitarie, come trarre da questo cambiamento nuove opportunità? Siamo davvero pronti a integrarci con le altre professioni sanitarie?

La nostra formazione specialistica è una fase di sviluppo professionale imprescindibile. Le Università non posso sottostimare il fatto che per il Biologo sia indispensabile una adeguata formazione post-laurea e che per questo siano garantiti posti all’interno delle Scuole di Specializzazione con pari dignità delle altre professioni Sanitarie. La professione del Biologo, inoltre, si è talmente differenziata negli ultimi anni da avere al momento quasi totalmente scoperti percorsi formativi nell’ambito di discipline come l’ambiente, la nutrizione, la biologia preventiva, l’ebriologia. A tal proposito ci riproponiamo di studiare opportuni iter legislativi dai quali possano scaturire anche nuovi percorsi di specializzazione di pari dignità con le scuole già esistenti, anche a garanzia della colonizzazione di nuovi mercati del lavoro e di ruoli di spicco nel sistema Pubblico e nel Privato.

L'Europa è il futuro dei professionisti. La mobilità non deve essere negata, il nostro Titolo deve essere riconosciuto in ogni Stato dell’Unione senza sé e senza ma. Dobbiamo comprendere anche che esistono mille opportunità per potere finanziare i nostri progetti, accedendo ai crediti che l'Europa - direttamente o in modo strutturato tramite lo Stato, le Regioni o gli Enti locali in generale - mette a disposizione.

L'abusivismo professionale è una piaga da combattere, non solo verso chi invade le nostre competenze dall'esterno, con professionalità inesistente o comunque non equiparabili, ma anche verso chi senza abilitazione esercita illegittimamente la professione.

Questi temi fondamentali saranno discussi a Milano il prossimo 24 marzo 2018 in una tavola rotonda dal titolo "Il biologo: formazione, professione, redditi, ingresso in Sanità e prospettive future".

È stato invitato ad intervenire anche il nostro Presidente dell'Ordine Nazionale dei Biologi, il collega Vincenzo D'Anna, certamente sensibile a queste problematiche che sono allo stesso tempo opportunità da perseguire.

Vi aspettiamo, sarà un momento di crescita comune ed una opportunità per conoscerci.

                                                                                                                 La Presidente

                                                                                                                Tiziana Stallone       

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in via della Fonte di Fauno 25 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su