Il Fondo  stanziato per chi è risultato idoneo per l'indennità di 600 euro di marzo non è capiente. Enpab pagherà comunque tutti gli aventi diritto.

Le modifiche intervenute con il Decreto Interministeriale del 30 aprile scorso e non ancora pubblicato hanno disposto l’utilizzo di ulteriori 80 milioni di euro per il finanziamento del contributo ex art. 44 DL Cura Italia a beneficio dei professionisti iscritti a forme di previdenza obbligatorie (mese di marzo 2020).

Nonostante lo sforzo del Governo di rifinanziare il fondo con ulteriori 80 milioni, lo stesso risulta però ancora insufficiente a soddisfare tutte le domande di richiesta dell’Indennità Covid – 19 per il mese di marzo pervenute dai professionisti alle rispettive Casse di previdenza. Alcuni professionisti, infatti, seppur ammessi al pagamento erano rimasti sospesi proprio a causa dell’indisponibilità finanziaria limitata dal decreto.

“La nostra volontà è rimanere costantemente vicini agli iscritti in sofferenza. Questo virus – ha commentato la Presidente Tiziana Stallone – ha cambiato i parametri delle nostre professioni oltre che delle nostre vite private. Un Ente di previdenza ha il dovere imprescindibile di mettere in atto tutte le possibili scelte per sostenere i propri iscritti in un momento di profonda instabilità. Per questo Enpab si è assunto l’onere di assicurare agli iscritti, ai quali era stata comunicata l’ammissibilità della domanda, quindi anche a quelli che nonostante il rifinanziamento del Fondo saranno ancora esclusi, di poter beneficiare del bonus 600 euro sospeso per il mese di marzo”

Per gli esclusi perché titolari di pensione o per altro rapporto di previdenza obbligatoria presso gestioni dell'Inps restiamo in attesa del Decreto di aprile e, comunque, di successiva approvazione di ulteriori iniziative da parte dell'Ente.

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in Viale della Piramide Cestia 1 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche solo tramite prenotazione telefonica:

L'Ente è aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su