Cari iscritti,

alla luce dell’emergenza Covid19 sentiamo ancora più forte la nostra responsabilità verso ognuno di voi. Già dalla dichiarazione dello stato di allerta e delle prime “zone rosse” abbiamo adottato misure straordinarie a favore delle decine di iscritti coinvolti, contattandoli uno ad uno per conoscere le loro condizioni.

Ad oggi la situazione è dilagata, l’emergenza è nazionale. La nostra preoccupazione è riferita al calo del lavoro e dei redditi e al sostegno di tutti i nostri quasi 17mila iscritti. 

Vi riassumo intanto le misure adottate dall’Ente per tutti noi e vi anticipo quelle che stiamo per adottare:

  1. la possibilità di sospendere il pagamento delle rate in scadenza fra il 10/03/2020 e il 30/06/2020  per tutti gli iscritti che abbiano in corso piani di ammortamento riferiti a contributi relativi ad annualità pregresse. Per l’esercizio della facoltà di sospensione temporanea, l’iscritto non deve effettuare alcuna comunicazione indirizzata all’Ente. Coloro i quali eserciteranno la predetta facoltà saranno successivamente contattati dai nostri uffici. Il costo per l’Ente di questa iniziativa è di oltre due milioni di euro.

  2. Interruzione del pagamento dei contributi minimino scadenza il 30 aprile e il 30 giugno. Anche in questo caso l’interruzione è facoltativa e chi vorrà potrà pagare ugualmente. Per l’esercizio della facoltà di sospensione temporanea, l’iscritto non deve effettuare alcuna comunicazione indirizzata all’Ente. Il costo per l’Ente di questa iniziativa è poco più di 18 milioni di euro.

  3. In occasione della scadenza della domanda per l’assistenza fiscale gratuita, prorogata fino al 30 aprile, abbiamo deciso di rivolgerla a TUTTI gli iscritti che si trovino nel regime forfettario. Per questo anno, infatti, il limite di un reddito non superiore ai 30 mila euro non verrà considerato per poter beneficiare dell’assistenza fiscale. 

Dalla prossima settimana saranno varate ulteriori importanti misure di sostegno al calo dei redditi, pertanto vi invitiamo a restare in contatto con tutti i nostri canali di comunicazione.

Per quanto riguarda il decreto Cura Italia esprimiamo la nostra insoddisfazione per le misure varate fino ad ora. Quanto concesso ai professionisti, riteniamo sia ancora fortemente discriminante. 

Voglio che sappiate che il nostro dialogo con il Governo attraverso il sistema Casse Adepp è continuo e che ad oggi si intravedono aperture per nuove risorse da stanziare a favore di noi professionisti. Una sintesi di tutte le agevolazioni di cui possiamo usufruire ad oggi e pubblicate nel Cura Italia è visibile sul nostro sito.

Ci tengo che sappiate che il sistema Casse sta lavorando perché gli organi di vigilanza ci consentano di stanziare ancora più risorse per l’assistenza oltre i limiti di bilancio, con regolamenti speciali ritagliati sull’Emergenza Covid-19. 

Quel che possiamo dirvi è che tutto quel che riusciremo a mettere in atto con i nostri strumenti a disposizione lo faremo e che questo non ci basta perché vogliamo ottenere di più per poter fare ancora di più.

Restiamo in stretto contatto perché ogni settimana ci saranno novità oltre a un nutrito numero di appuntamenti sulla nostra piattaforma webinar, molti dei quali accreditati ecm.

Vi abbraccio,

Tiziana Stallone

Enpab

  • Sede: Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma
  • Ufficio CONTRIBUTI E PRESTAZIONI e l'Ufficio ASSISTENZA sono ubicati in Viale della Piramide Cestia 1 - 00153 Roma

    La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche solo tramite prenotazione telefonica:

L'Ente è aperto dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su