Presentate oggi, 7 settembre, presso il Ministero della Salute le Linee di indirizzo nazionali per la riabilitazione nutrizionale nei pazienti con Disturbi dell’alimentazione (DA), pubblicate nel Quaderno del Ministero della Salute n. 29, settembre 2017 (allegato in calce).

I disturbi dell'alimentazione negli ultimi decenni sono aumentati in maniera considerevole, con un notevole abbassamento dell’età dell’esordio, sia per l’anoressia che per la bulimia. «Risulta prioritario - si legge in una nota del Ministero - cercare di rendere omogeneo, sull’intero territorio nazionale, ogni intervento terapeutico e strutturare programmi multidisciplinari, validati, efficaci ed efficienti».

Per questo la Direzione Generale per l’Igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione, guidata da Giuseppe Ruocco, ha istituito, nel marzo del 2015, un Tavolo di lavoro, coordinato da Denise Giacomini, per la stesura delle prime "Linee di Indirizzo nazionali per la riabilitazione nutrizionale nei pazienti con disturbi dell’alimentazione". Il documento è stato approvato in sede di Conferenza Stato Regioni a giugno 2017.

Il Quaderno Linee di indirizzo nazionali per la riabilitazione nutrizionale nei pazienti con Disturbi dell’alimentazione (DA)  è un manuale operativo per la valutazione nutrizionale e per la scelta terapeutica più opportuna, basata sulla continuità assistenziale e sulle attività dell’equipe multidisciplinare. Contiene approfondimenti dedicati alla gestione ed all’organizzazione dei servizi anche a livello territoriale. In tutti i capitoli - valutazione nutrizionale, riabilitazione nutrizionale, team multidisciplinare, famiglie, attività fisica - si evidenzia l’importanza dell’approccio integrato: gli interventi nutrizionali nei DA, infatti, costituiscono l’aspetto importante di un programma terapeutico articolato e complesso che include cure mediche, specialistiche, psicosociali.

«Il documento sui disturbi alimentari presentato oggi al Ministero è un riferimento importante per i professionisti che operano nel settore - ha commentato la presidente Tiziana Stallone - e si pone come un faro che illumina un percorso di riabilitazione che fino ad ora è stato nebuloso, per la mancanza di Specifiche linee guida in particolare modo nutrizionali. Per questo come Cassa di previdenza ne daremo massima diffusione ai biologi nutrizionisti iscritti alla nostra Cassa"».

Alla base del trattamento nutrizionale dei DA è fondamentale l’approccio multidimensionale, interdisciplinare e pluriprofessionale integrato per una gestione programmata degli interventi nutrizionali, organizzata in modo da essere coordinata con le terapie mediche e psicologiche.

La pubblicazione rappresenta, dunque, un ausilio ai professionisti del settore per intercettare precocemente i pazienti con una valutazione nutrizionale adeguata al fine di ridurre il rischio di complicanze, ospedalizzazioni e cronicità.

Consulta:

 

 

 

Enpab

La sede dell'E.N.P.A.B. è in Via di Porta Lavernale 12, 00153 Roma.

La nostra sede è raggiungibile dalla stazione Termini con la Metro linea B direzione Laurentina fermata Piramide. Dal G.R.A. uscita n. 23 Appia e proseguire per la strada Appia antica direzione colle Aventino.

Seguici su

Gruppi riservati ai vincitori di Bandi o ai selezionati per il progetto

Contatti

Si informano gli iscritti che gli uffici dell'Ente forniranno informazioni telefoniche nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Tel. 06 45 54 70 11
Fax 06 45 54 70 36

Torna su